L'immagine è le lettera "N" della serie Frammentato abbecedario di un viaggio, di Raffaella Garavini.

Il fascino della nebbia; non vedere il paesaggio oltre una certa misura; contagio della nebbia ai pensieri: confusione. “Quaderno a cancelli” di Carlo Levi è l’ultimo libro che il “Giove buono” ha scritto. Anno 1973. Un libro di cui nessuno parla. A leggerlo non si capisce molto: tutto è come sognato, tutto è come un [continua]

L'immagine è le lettera "L" della serie Frammentato abbecedario di un viaggio, di Raffaella Garavini.

che si debba pubblicare solo in internet? (come una volta hanno scritto Enrico De Vivo e Gianluca Virgilio in un forum pubblico, anche se poi Enrico De Vivo mi ha spiegato che non è una posizione da prendere alla lettera). in realtà credo che bisogni articolare. bisogna dire che i libri sono in mano al [continua]

L'immagine è le lettera "A" della serie Frammentato abbecedario di un viaggio, di Raffaella Garavini.

Questo scritto è tratto dal blog collettivo www.nazioneindiana.com [26 marzo 2003]. È parte di un intervento letto al convegno “Che cosa ci aspettiamo dalla letteratura”, organizzato da Radio Popolare a Milano (giugno 2002).

La linea leopardiana

Le frasi prescritte, il pensiero confezionato, hanno perso il ricordo di questa mobilità eccitatoria delle parole, che in Leopardi viene in primo piano. Ed è questo il nucleo della sua “ultrafilosofia”, che pone in primo piano le affezioni, gli stati di sensibilità, messi a funzionare come il pennino oscillante d’un barometro.

Zibook - gli ebook di Zibaldoni

Letture a sorpresa

Il ragno

di in: Minimanimalia (0)
Disegno di Davide Racca

un filo sottile… e poi un filo più sottile ancora! filare è il compito del mio mestiere, ed è un lavoro di solitudine! se si vuole filare la stabile trama per una dimora bella e sicura, si devono esaminare le correnti, celarsi ai venti, indagare circospetti il comportamento di rami, foglie, polveri e insetti. calcolare [continua]

Radici e rami

di in: Bazar
Mandolini Radici

Guardo mio padre guardarmi, negli occhi parlarmi. Guardo mio figlio guardarmi, negli occhi ascoltarmi. * * * Bari, 15 ottobre 1959 La partenza per Napoli si avvicina. Domenica mattina alle due e trenta, infatti, lasceremo Bari. … Dicono che per andare a Capri, da Napoli, ci vogliono solo tre ore di vaporetto; sicché, volendo, si [continua]