CAVAZZONI Spazzavento

Riunione generale detta per ora SPAZZAVENTO Incontro di libere pensate letterarie, dove un po’ si leggerà, ma di più si proverà a spazzare via questa faccenda del semplice leggere, che a volte è bello, ma a volte rompe molto le scatole.   Poiché della piccola rivista “Il Semplice” le cose più utili erano le riunioni [continua]

RIZZANTE Scuola

Hashish ed eunuchi a Warda   Durante l’occupazione, conoscevo tutti i governanti francesi. Non che scopare con i loro lacché mi sia servito a molto. O meglio, sono sopravvissuta. Per miracolo, come una stella surriscaldata allo zenit, o un virus: esplosioni veneree, diarree lattee   Fedeltà, onore: piatti arcipelaghi abbandonati su cui da mezzo secolo [continua]

Scabia POETI

Caro Roberto *, da “quel” tempo oltre che editore sei anche un po’ tutor e padre (insieme a Celeste lo sposo) di Nane Oca. E dunque eccoti un nuovo racconto: quello di Nane Oca rivelato in cerca dei poeti appollaiati – azione teatrale, commedia in atto, evento di poesia, forma aperta – avvenuto la notte [continua]

TARGHETTA Schifano

Curriculum della rivolta Scarica, mi dicono, gli amici del sabato, il modello europeo del CV: compila, spedisci, venditi bene. Inglese livello A, francese B, insistono, e giù di grappa nei peggio bar. Una sera dopo i wurstel lo stendo, sui ragli dalla cucina dei cinque inquilini e le bestemmie intagliate dentro il mio sangue, e [continua]

LEVRINI nietzsche

Mi riferisco a Nietzsche, e non al filologo che si è dedicato allo studio del verso ditirambico, ma proprio al filosofo, al teorico del nichilismo e dell’eterno ritorno, cioè il pensiero dei pensieri intuito durante una passeggiata nei boschi di Silvaplana, nell’alta Engadina, in Svizzera, cantone dei Grigioni, 6000 piedi di altezza, un luogo al [continua]

05 Esposito ESSERI UMANI 1

Finisce con l’arrivo in una grotta Le due parti tenderanno a unirsi   I. DUE SOLI 1.   (1) Lui-Lei e poi?   (togliere le Maiuscole)   (2) Un romanzo perfetto, un piccolo libro involuto come non volutamente teorizzato da Baudelaire in Razzi o Il mio cuore messo a nudo   Che poi desiderandolo quel [continua]

VOLPI Poesie

A Lerici tra i sei e i tredici anni di educazione invernale, guardando da riva il mare 1. Il cappello femminile offertomi getta un’ombra coloniale tra le onde grigie degli olivi s’insinua adesso il mare 2. Concerto per tortole a più voci circa alle sei di mattina e alla persiana luce di marina 3. Un [continua]

NISIVOCCIA 1

Quattro amici decisero di trascorrere una giornata al mare. I quattro amici si conoscevano da molto tempo, da quando erano poco più che bambini; ora erano giovani uomini e giovani donne, ma quel giorno pareva loro molto simile – chissà perché – ad un altro che avevano trascorso insieme molti anni prima. I quattro amici [continua]

Soccorso

di in: Bazar
02 Tedeschi SOCCORSO

Che poi, diciamolo: sarebbe stato meglio rimanere in casa spaparanzato sul divano a guardare uno di quei filmacci che mi piacciono tanto. Davano “Nightmare on Elm Street”. Freddy squarta, sbudella, terrorizza, appare, scompare, entra nel sogno, esce dal sogno, poi squarta e sbudella ancora, poi muore. Ma tanto torna in “Nightmare on Helm Street 2”, [continua]

Copertina_Ercolani_Schermo_

I brani che seguono sono tratti dal volume “A schermo nero” di Marco Ercolani, in uscita in questi giorni nella collana “Questo è quel mondo” (QuiEdit).
Per altre informazioni e per l’acquisto si può consultare su questo sito la sezione QUESTO E’ QUEL MONDO.

05 BADALUCCO sul CORSERA

Al modo dei compilatori provenzali di «vidas» e «razos», Gianni Celati ci propone, con il suo nuovo libro (Sonetti del Badalucco nell’Italia odierna, Feltrinelli, pp. 108, euro 7,50), una sorta di prosimetro medievale, alternando prosa narrativa e versi, nella fattispecie una catena di sonetti tra il filosofico, il civile e il comico-burlesco. Al centro della [continua]

03 CONTE Crnjanski

Milos Crnjanski pubblica la sua prima raccolta poetica, “Itaca”, nel 1919, appena tornato dagli sconvolgimenti della guerra. E quando nel 1959 ne cura una seconda edizione, in cui ad ogni poesia segue un commento autobiografico, aggiunge alcuni testi, tra cui “Sumatra”, scritta nel 1920. Sono, questi versi, e il loro commento, il manifesto della poesia [continua]

Zibook - gli ebook di Zibaldoni

Letture a sorpresa

03 SIR Zangrando

Tra Kiš e Flaubert Massimo Rizzante, in un saggio dedicato all’«ideale enciclopedico» di Danilo Kiš, ne sottolinea l’appartenenza al grande albero genealogico del romanzo moderno: «Penso che l’ideale enciclopedico di Kiš sia intrinseco all’arte del romanzo e alla sua storia: esso rappresenta sua permanente aspirazione a riprodurre in una forma – “attraverso una strategia polifonica” [continua]

Cicladi

di in: Paesologia
Fiore Cicladi 1

Il racconto greco comincia al crepuscolo, in un mese di settembre, su una terrazza, nel villaggio di Naoussa, nell’isola di Paros, nelle isole Cicladi, mare Egeo. Crepuscolo, ossia cielo trasparente che diventa lilla sulle colline brulle e pietrose, e sulle case, parallelepipedi bianchi con le finestre celesti, azzurre, blu. Vasi blu con piante fiorite, orci [continua]